Vivicittà. Palermo, Domenica 7 Aprile 2013

Anche quest’anno il comitato UISP (Unione Italiana Sport Per tutti) di Palermo organizzerà la manifestazione podistica internazionale Vivicittà, ma con una novità in occasione della XXX edizione. Infatti, la gara palermitana che si correrà il prossimo 7 aprile in contemporanea con trentacinque città italiane ed altre 25 città del resto del mondo, tornerà alle origini, e presenterà una gara podistica sulla mezza distanza (Km 21,097) su un circuito completamente rinnovato.
Nelle edizioni del 1983 e 1984 corse e vinse il nostro Totò Antibo di Altofonte, proprio sulla mezza distanza. Per la gara che avrà luogo Domenica 7 Aprile alle ore 10,30 si prevede un consistente numero di partecipanti (1300 iscritti alla gara competitiva e 2000 iscritti alla gara non competitiva di Km 2,5) grazie al fatto che quest’anno si assegnerà il titolo di Campione Regionale di Mezza Maratona. Il circuito di 7 km, da ripetere tre volte per un totale di km 21,097 toccherà i punti più belli del centro storico di Palermo, con partenza ed arrivo a Piazza Verdi (Teatro Massimo). Anche in quest’occasione, per il terzo anno consecutivo, la Facoltà di Scienze Motorie, Università di Palermo darà il proprio supporto alla manifestazione cittadina, attraverso gli studenti che, come ogni anno, collaboreranno in modo fattivo con tecnici UISP per i bambini delle scuole palermitane, non solo nelle varie attività ludiche, che si svolgeranno a Piazza Verdi, ma anche accompagnandoli durante la gara non competitiva dando loro il corretto supporto tecnico e psicologico.
Inoltre, quest’anno alcuni studenti, precedentemente formati dal sottoscritto, nel corso dei Seminari informativi sul Regolamento Internazionale di Atletica Leggera, affiancheranno i Giudici FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) nei vari punti del percorso gara in qualità di Giudici Ausiliari, con l’auspicio che tutto questo serva agli studenti ad avvicinarsi sempre più allo sport e dando loro l’opportunità non solo di partecipare alle manifestazioni cittadine come la Vivicittà, ma di crescere professionalmente. A Palermo si correrà anche per l'ambiente, per l'integrazione e per la multiculturalità nel ricordo di Mario Bignone, capo della sezione catturandi della Polizia di Stato di Palermo uomo che con il suo lavoro ha reso possibile alcuni dei più clamorosi arresti dei boss mafiosi degli ultimi anni.

a cura del Dott. Giovanni Cusimano
MSc in Sport and Exercise Sciences
University of Palermo