La Programmazione dell’Allenamento nel Fitness

di Irene Siragusa e Sandra Signorello

Per allenamento si intende quella pratica organizzata il cui scopo è indurre adattamenti biologici tali da permettere un miglioramento di qualità specifiche. Si tratta di sottoporre l’ organismo a carichi di lavoro fisici superiori alle sollecitazioni abituali, con l’obiettivo di provocare modificazioni alla condizione di omeostasi dello stesso e indurre miglioramenti dello stato generale di salute del cliente. Una volta sottoposto uno stimolo stressante, il sistema si occuperà innanzitutto di riparare il danno subito e tornare alla condizione iniziale, per poi ricostruire più di quanto distrutto in preparazione a un nuovo eventuale stress di tale entità. E’ bene sottoporre l’organismo a un certo numero di stimoli ripetuti nel tempo al fine di mantenere e incrementare le qualità fisiche e motorie. Infatti se il primo stimolo stressante non è seguito da altri, il sistema non ha motivo di mantenere strutture extra che comporterebbero un inutile dispendio energetico e tenderà a tornare alla condizione di partenza.

L’insieme degli stimoli stressanti costituisce il carico. Gli adattamenti dell’organismo sono una conseguenza del carico imposto:

- Carico esterno: è costituito dall’ insieme di stimoli ai quali l’atleta si sottopone in una seduta allenante;
- Carico interno: rappresenta l’effetto del carico eterno sull'organismo.