LA CORSA SU SABBIA COME MEZZO PER L’INCREMENTO DELLA FORZA NEL CALCIO.




 La corsa su sabbia come mezzo per incrementare la forza trova origine in tempi ormai remoti e solo negli ultimi anni è tornato alla ribalta, trovando applicazione in molte realtà calcistiche professionistiche. Questo sistema di allenamento sfrutta la dissipazione di energia che una superficie così morbida e soffice come la sabbia comporta, durante qualsiasi attività svolta su di essa.
Basti pensare che a parità di forza di spinta su sabbia si salta ben il 36% in meno rispetto a una superficie più compatta (Biscotti et al 2001) e come correre su quest’ultima comporti un dispendio energetico maggiorato del 20%.
Tutto questo è in parte dovuto alla “inibizione” del fenomeno elastico, fondamentale invece nelle esercitazioni di pliometria. Per essere chiari facciamo riferimenti agli studi condotti da Bisciotti e Mognoni, sulle differenze tra SJ (Sqaut Jump, salto da fermo) e CMJ (Counter Movement Jump, in cui vi è l'accumulo di energia elastica, poi riutilizzata)... continua...



A cura del Dott. Antonio Romagnolo