Mal di testa in ufficio? Bastano stretching e una palestra virtuale?

Mal di testa sul posto di lavoro? Spesso non è sintomo di poca voglia di lavorare. Stare per molte ore al giorno seduti ad una scrivania, magari adottando posture sbagliate, può favorire l'insorgere di fastidiose cefalee.
Ma i disturbi possono ridursi del 40% semplicemente praticando ginnastica cervicale, come hanno sperimentato i dipendenti del Comune di Torino, coinvolti in uno studio condotto dai ricercatori della sezione cefalea e dolore facciale del Dipartimento di fisiopatologia clinica universitaria dell'ospedale Molinette di Torino, coordinati da Franco Mongini.
Per otto mesi alcuni post-it rossi attaccati sul pc o sulla scrivania hanno ricordato loro di “rilassare le spalle” o di “smettere di stringere i denti”. Semplici movimenti di stretching, insomma, che però nel giro di pochi mesi e a costo zero hanno fatto diminuire del 35-40% dolori al capo, al volto, al collo e alle spalle.
E anche l'uso di analgesici, usati per combattere quei mal di testa, è diminuito del 51%.



E per chi vuole un “personal trainer” anche quando è seduto dietro ad una scrivania?

Il sito Stretching.name propone sedici esercizi di “stiracchiamenti” da poter fare anche davanti alla tastiera del proprio pc.
Un allenatore virtuale illustra come sciogliere tutte le parti dal corpo dopo lunghe ore trascorse al computer, magari adottando posture scorrette: servono solo sei minuti per rilassare collo, braccia, gambe e schiena e tornare al lavoro più sciolti.
Ma il sito propone esercizi da fare anche all'aria aperta, per affrontare più agevolmente lo sforzo fisico di alcuni sport, come pallavolo, calcio, tennis e sci. Insomma, non sono più solo i vip a potersi permettere un personal trainer, ora basta un click.